Nuova stazione idrogeno in Baden-Wuerttemberg

Nuova stazione idrogeno in Baden-Wuerttemberg

3 ott, 2015

Aperta la quinta stazione rifornimento idrogeno in

, e continuanon l’espansione della rete di stazioni di rifornimento di idrogeno

L’integrazione della tecnologia di rifornimento H2 in un impianto di stazione di rifornimento già esistente

Altre stazioni previste nel sud-ovest, tra cui Karlsruhe e Ulm

Il progetto fa parte del (), finanziato dal Programma Nazionale per l’Innovazione (NIP)

Fonte: Daimler AG

 

, , e . Germania. – Daimler, Linde e TOTAL continuano i loro piani congiunti per l’ampliamento delle infrastrutture nazionali dell’idrogeno. Dopo le aperture presso l’area di servizio autostradale di Geiselwind, la prima stazione di rifornimento di H2 in autostrada, e in due sedi a Berlino, i partner hanno fatto un altro passo verso una rete di distribuzione a livello nazionale dei veicoli elettrici a zero emissioni a celle a combustibile.

Oggi nella stazione di rifornimento multi-energy TOTAL a Fellbach, il dottor Veit Steinle, Direttore Generale, Dipartimentale Aspetti di Politica presso il Ministero federale dei Trasporti e delle Infrastrutture Digitali, insieme al Direttore Ministeriale Helmfried Meinel del Ministero dell’Ambiente, Clima ed Energia del Baden-Wuerttemberg, hanno simbolicamente rifornito di carburante il primo veicolo, una Mercedes-Benz Classe B F-Cell.

La stazione di rifornimento multi-energy TOTAL di Fellbach è la quinta stazione di H2 nel Baden-Wuerttemberg. Altre stazioni di rifornimento di idrogeno seguiranno nei prossimi mesi.

Il Signor Meinel, che dirige il Ministero di Stato per l’Ambiente, il Clima e l’Energia, ha sottolineato quanto sia importante per il governo dello stato del Baden-Wuerttemberg sostenere la creazione delle infrastrutture H2 della Germania:

“L’idrogeno e le celle a combustibile hanno un grande potenziale per diventare una tecnologia chiave per una mobilità rispettosa dell’ambiente. Essi possono aiutarci a ridurre la nostra dipendenza dalle importazioni di petrolio”.

Egli ha aggiunto che l’idrogeno potrebbe anche svolgere un ruolo importante in molte altre aree, ad esempio, come supporto di stoccaggio temporaneo di energia elettrica da fonti energetiche rinnovabili.

“Negli ultimi tre anni, il Ministero dell’Ambiente ha investito un totale di quattro milioni di Euro per promuovere l’infrastruttura H2 del Baden-Wuerttemberg sotto forma di stazioni di rifornimento di idrogeno e di impianti per la produzione e lo stoccaggio di idrogeno da fonti rinnovabili attraverso il programma di innovazione H2BW. Per continuare a promuovere lo sviluppo di questa infrastruttura, abbiamo lanciato un altro programma chiamato ‘Power to Hydrogen’, con la quale stiamo sostenendo la produzione su larga scala, la distribuzione e l’utilizzo di idrogeno da fonti rinnovabili. Lo stato sta investendo un totale di 1,4 milioni di euro disponibili per questo scopo nel 2015 e 2016″.

La tecnologia di rifornimento di idrogeno è ad oggi in gran parte standardizzata.

L’anno scorso, Linde ha inaugurato il primo impianto di produzione di idrogeno in piccola serie a livello mondiale in una stazioni di rifornimento a Vienna. La stazione di energia TOTAL a Fellbach utilizza una tecnologia compatta di rifornimento a  700 bar che è ideale anche per il retrofit esistente nelle stazioni di rifornimento convenzionali.

50 stazioni di rifornimento di idrogeno a livello nazionale entro il 2016 come parte del CEP

La costruzione di una infrastruttura dell’idrogeno in tutta la Germania è accompagnata dal programmato lancio sul mercato di auto a celle a combustibile da diversi produttori.

Entro il 2016, si sta realizzando una fase strategica iniziale in un contesto di finanziamento della R&S: 50 stazione rifornimento di idrogeno – costruite e gestite nell’ambito del Clean Energy Partnership (CEP) – fornirà le aree metropolitane tedesche ed i corridoi principali (www.cleanenergypartnership.de/fileadmin/Attività/user_upload/50_TS.pdf).

Con 50 stazioni di rifornimento di idrogeno, la mobilità a livello nazionale tra le aree metropolitane e lungo le principali arterie di traffico sarà possibile in tutta la Germania. Come parte di questo programma di espansione, l’iniziativa Daimler-Linde sta partecipando ad un totale di 20 nuove stazioni H2 con un investimento complessivo di circa 20 milioni di euro.

Daimler prevede di iniziare la commercializzazione di veicoli a celle a combustibile concorrenziali dal 2017.

Un vantaggio dei veicoli elettrici con celle a combustibile è la loro elevata autonomia di circa 400 a 500 chilometri. Tuttavia, il grande potenziale di questa tecnologia risiede in primo luogo nel suo tempo di rifornimento molto ridotto. La progressiva espansione delle infrastrutture H2 rappresenta uno dei fattori più importanti per un lancio di successo di tali veicoli.

Linde, con circa 100 stazioni di rifornimento istituite in 15 paesi, è da molti anni leader nella tecnologia dell’idrogeno. La società ha costruito il primo impianto di produzione in piccola serie al mondo di stazioni di rifornimento H2 a Vienna, dove si utilizza il compressore ionico IC90, che è stato sviluppato da Linde e unisce i vantaggi del ridotti consumo di energia, manutenzione e rumore.

TOTAL è stato un pioniere nella costruzione in Germania di una rete di infrastrutture di stazione di servizio H2 dal 2002. Otto delle 19 stazioni di rifornimento H2 pubbliche ora aperte in Germania sono stazioni di servizio multi-energia TOTAL. Altre stazioni di rifornimento di idrogeno sono previste ad Ulm, Karlsruhe e all’Aeroporto di Colonia.

A Fellbach, TOTAL si è fatta carico dei costi di costruzione e ha gestito il progetto per la costruzione della tecnologia dell’idrogeno, compresi i componenti, l’assistenza e la manutenzione.

Il Ministero Federale dei Trasporti e delle Infrastrutture Digitali sostiene il progetto come parte del suo programma per l’innovazione nazionale per l’idrogeno e le Fuel Cell Technology (PIN).

Il programma è gestito da NOW GmbH (Organizzazione nazionale per l’idrogeno e le Fuel Cell Technology).

 

In English

Fifth hydrogen filling station opens in Baden-Wuerttemberg

 

Daimler, Linde and TOTAL continue expansion of the hydrogen filling station network

Integration of H2 fuelling technology into an existing filling station facility

Other stations planned in the southwest, including Karlsruhe and Ulm

Project is part of the Clean Energy Partnership (CEP), funded by the National Innovation Programme (NIP)

Source: Daimler AG

 

Fellbach, Berlin, Munich and Stuttgart, Germany. 1st October 2015. Daimler, Linde and TOTAL are continuing their joint plans for the expansion of the national hydrogen infrastructure. After the openings at the Geiselwind motorway service area, the first H2 filling station on the autobahn, and at two locations in Berlin, the partners have now taken another step towards a nationwide supply network for locally emission-free electric vehicles with fuel cells.

Today at the TOTAL multi-energy filling station in Fellbach, Dr Veit Steinle, Director-General, Departmental Policy Issues at the Federal Ministry of Transport and Digital Infrastructure, joined Ministerial Director Helmfried Meinel of the Baden-Wuerttemberg Ministry for the Environment, Climate and Energy, in symbolically refuelling the first vehicle, a Mercedes-Benz B-Class F-CELL. The TOTAL multi-energy filling station Fellbach is the fifth H2 station in Baden-Wuerttemberg. More hydrogen filling stations will follow in the months ahead.

Mr Meinel, who heads the State Ministry for the Environment, Climate and Energy, emphasized how important it is to the Baden-Wuerttemberg state government to support the establishment of Germany’s H2 infrastructure:

“Hydrogen and fuel cells have great potential to become a key technology for environmentally friendly mobility. They can help us to reduce our dependence on oil imports.”

He added that hydrogen could also play an important role in many other areas, for example, as a temporary storage medium for electricity from renewable energy sources.

“In the past three years, the Environment Ministry has invested a total of four million euros in promoting Baden-Wuerttemberg’s H2 infrastructure in in the form of hydrogen filling stations and facilities for producing and storing renewable hydrogen through the H2BW innovation programme. To continue encouraging the development of this infrastructure, we have launched another programme called ‘Power to Hydrogen’, with which we are supporting the large-scale production, distribution and use of hydrogen from renewable sources. The state is making a total of 1.4 million euros available for this purpose in 2015 and 2016.”

Hydrogen fuelling technology is largely standardised at this point. Last year, Linde inaugurated the world’s first small-series production facility for hydrogen fuelling stations in Vienna. The TOTAL multi-energy station in Fellbach uses a compact 700-bar fuelling technology that is also ideally suited for retrofitting existing, conventional filling stations.

50 hydrogen filling stations nationwide by 2016 as part of the CEP

The construction of a nationwide hydrogen infrastructure in Germany is accompanied by the planned market ramp-up of fuel-cell cars from various manufacturers. By 2016, an initial strategic stage is being realised in an R&D funding context: 50 hydrogen filling stations – built and operated as part of the Clean Energy Partnership (CEP) – will supply Germany’s metropolitan areas and main corridors (www.cleanenergypartnership.de/fileadmin/Assets/user_upload/50_TS.pdf).

With 50 hydrogen filling stations, nationwide mobility between metropolitan areas and along the main traffic arteries will be possible throughout Germany. As part of this expansion programme, the Daimler-Linde initiative is participating in a total of 20 new H2 stations with a total investment of approximately 20 million euros.

Daimler plans to start marketing competitive fuel-cell vehicles from 2017. One advantage of electric vehicles with fuel cells is their high range of about 400 to 500 kilometres. However, the great potential of this technology lies is primarily its very short fuelling time that indicates. The gradual expansion of the H2 infrastructure represents one of the most important factors for a successful launch of such vehicles.

Linde, with around 100 filling stations set up in 15 countries, has for many years been a leader in hydrogen technology. The company operates the world’s first small-series production facility for H2 fuelling stations in Vienna, where it uses the IC90 ionic compressor, which was developed by Linde and combines advantages in power consumption, maintenance and noise.

TOTAL has been a trailblazer in building a Germany-wide H2 service station infrastructure since 2002. Eight of the 19 public H2 filling stations now open in Germany are TOTAL multi-energy service stations. Other hydrogen filling stations are planned in Ulm, Karlsruhe and at Cologne airport. In Fellbach, TOTAL paid for all construction and permitting costs, and handled the project management for building the hydrogen technology, including service and maintenance components.

The Federal Ministry of Transport and Digital Infrastructure supports the project as part of its National Innovation Programme for Hydrogen and Fuel Cell Technology (NIP). The programme is managed by NOW GmbH (National Organisation for Hydrogen and Fuel Cell Technology).


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Baden-Wuerttemberg berlino CEP Clean Energy Partnership daimler Fellbach linde Mercedes Benz Classe B F-CELL mercedes classe b f-cell Ministero di Stato Ambiente Clima Energia monaco di baviera Stoccarda total

Lascia una risposta

 
Pinterest