Nissan TeRRA. Zero emissioni, zero limiti

Nissan TeRRA. Zero emissioni, zero limiti

13 set, 2012

- Con il concept SUV Nissan TeRRA, l’off-road diventa sostenibile -

- Il veicolo a celle di combustibile sviluppato da Nissan apre nuovi scenari per il futuro della mobilità a emissioni zero e presenta 3 propulsori elettrici a trazione integrale

- Il design del SUV compatto esprime un fascino atletico ed ecosostenibile comunicando un senso di “moderna solidità”, per una guida sicura in fuoristrada e nella giungla urbana

- Configurazione originale dei sedili e utilizzo armonioso di diversi tipi di materiali: TeRRA definisce un nuovo standard per la categoria dei SUV

- Il quadro strumenti portatile crea uno spazio digitale perfettamente integrato

Fonte: Nissan Italia

Parigi, Francia. 11 settembre 2012. Il nuovo concept SUV Nissan TeRRA, che sarà presentato in anteprima mondiale il 27 settembre al Motor Show di Parigi 2012, riunisce due straordinarie specialità di Nissan – i SUV e le vetture elettriche – in un solo veicolo, silenzioso e perfettamente a proprio agio sia fuoristrada, immerso nella natura, che nell’intrico delle vie cittadine. Grazie all’innovativa propulsione elettrica 4×4 a celle di combustibile e all’indimenticabile presenza scenica, data dal design compatto ma atletico, TeRRA porta la sostenibilità in un territorio ancora inesplorato.

Destinato a diventare “il solo e unico SUV a emissioni zero”, TeRRA è figlio del successo di SUV e crossover urbani di casa Nissan, come Murano e Qashqai, e di un vasto know-how in materia di mobilità elettrica, che si spinge fino alle . Pensato come scelta funzionale e flessibile per i consumatori di qualsiasi età e al passo con i tempi, TeRRA risponde alle moderne esigenze di eco-sostenibilità e di sicurezza alla guida in qualsiasi situazione.

“La nostra sfida era trasferire la forza dei SUV e dei crossover Nissan al mondo delle emissioni zero, e la tecnologia sarà la nostra nuova frontiera per la mobilità a zero emissioni” ha dichiarato , General Manager della Divisione Nissan per Product Strategy e Planning ” L’obiettivo era trasmettere il nuovo approccio ai SUV: non più soltanto grandi e robusti per affrontare il deserto, ma utili per la vita urbana. L’originale configurazione diagonale dei sedili offre un’esperienza di guida esaltante grazie ad un’eccezionale visibilità che regala la sensazione di avere tutto sotto controllo in qualsiasi momento.”

 

Solido all’esterno, caldo e confortevole all’interno

“Abbiamo tratto ispirazione dallo stile di vita dei giovani del Nord Europa,” ha dichiarato , Senior Vice President e Chief Creative Officer di Nissan. “Abbiamo cercato di interpretare il loro bisogno di soluzioni di mobilità sostenibili che possano accompagnarli ovunque”.

“Esplorando gli spazi naturali con l’immaginazione, abbiamo ridefinito l’impatto visivo della tradizione dei SUV in una chiave più atletica, che esprime la nostra visione del futuro a emissioni zero” ha aggiunto Nakamura.

“Pneumatici maggiorati, linea di cintura alta, montanti spessi, finestrini laterali rastremati… gli elementi base dei SUV ci sono tutti. Ma la cintura sinuosa racchiusa tra i parafanghi pronunciati, sopra i passaruota, e il cofano scolpito lasciano intendere una muscolosa ‘sottostruttura’. Spigoli, sbalzi corti e fari in rilievo esprimono essenzialità e sicurezza, mentre la protezione del sottoscocca, piatta, aerodinamica e dal colore accattivante, completa il senso di ‘moderna solidità’ del veicolo.”

Aprendo la portiera, stupisce il contrasto tra la robustezza del design esterno e l’aria piacevole e morbidamente accogliente che si respira all’interno.

Il pannello della porta è in un armonioso intarsio di legno biondo e acrilico colorato, decorato con un curioso motivo. Il telaio metallico che incornicia l’abitacolo all’altezza delle spalle, comunica agli occupanti un senso di sicurezza. Il contrasto tra legno e metallo prosegue lungo il cruscotto, dove faggio e acrilico si fondono in un armonioso effetto di calore e morbidezza. Sul lato guida, il volante e la consolle si assottigliano leggermente verso il conducente, senza quasi interrompere la linearità del cruscotto.

Spazio digitale continuo…

Il guidatore si trova di fronte un quadro strumenti unico. Si tratta di un tablet elettronico, proprio come i moderni e popolari dispositivi mobili, che funge da “chiave intelligente”: è sufficiente collegarlo per partire e rimuoverlo prima di scendere.

Quando il tablet è inserito, la schermata di default riporta le velocità e altri indicatori di performance, ma è possibile passare facilmente ad altri menu, quali intrattenimento, comunicazione e navigazione. Al di fuori dell’abitacolo, il dispositivo offre tutte le funzioni che si addicono a un tablet, pur rimanendo in contatto con il veicolo. In questo modo, il conducente avrà a disposizione una fonte continua di informazioni e comunicazione, non solo durante la guida.

… e una nuova visuale sulla strada

Grazie alla particolare configurazione diagonale, il posto di guida di TeRRA si trova in posizione quasi centrale, in modo tale che i passeggeri della fila posteriore non siedano esattamente alle spalle degli altri occupanti.

“Sedendo in posizione quasi centrale, non laterale, il conducente può osservare la strada da una nuova prospettiva e godere di una maggiore visibilità”, afferma Nakamura. “Lo stesso vale per i passeggeri, che con l’esclusiva configurazione diagonale diventano protagonisti del viaggio.”

I sedili sfoggiano un motivo esagonale ripreso in vari elementi del design. Abbattendo i tre sedili dei passeggeri, il piano dell’abitacolo diventa completamente piatto e consente di caricare senza ostacoli biciclette, kayak, o i celebri mobili scandinavi da montare. Una pratica soluzione resa possibile dal gruppo motore incredibilmente compatto, il cuore di questo concept a emissioni zero.

Potenza 4×4… emissioni zero

Nonostante TeRRA venga esposto come concept di design e non come prototipo tecnico, la propulsione elettrica 4×4 a celle a combustibile è tutt’altro che inverosimile.

Le ruote anteriori sono alimentate dal sistema di propulsione elettrico QU già rodato su Nissan LEAF, mentre ciascuna delle ruote posteriori, per completare la trazione integrale, dispone di un motore elettrico interno basato sui prototipi dei tre concept PIVO. L’assenza di alberi di trasmissione per le ruote posteriori rende la superficie del pianale e del sottoscocca perfettamente piana, rendendo lo spazio di carico e la protezione sottoscocca altrettanto uniformi.

Sotto il bagagliaio è comodamente alloggiato un pacco di celle a idrogeno progettate da Nissan, un’unità sottile e altamente compatta che dispone della potenza specifica più elevata al mondo: 2,5 kW/l. Ultimo di una serie di celle di combustibile proprietarie Nissan, messe a punto sin dal 1996, il pacco di celle costa un sesto rispetto al predecessore del 2005, dal momento che l’uso di dispendiosi metalli preziosi è stato ridotto di un quarto.

Per ora, TeRRA è solamente una concept car, ma dimostra che Nissan è già orientata alla produzione su larga scala di veicoli elettrici a celle di combustibile, non appena saranno disponibili quantitativi sufficienti di idrogeno.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: celle a combustibile Francois Bancon fuel cell mondial de l'automobile nissan terra concept Shiro Nakamura

Lascia una risposta

 
Pinterest