La bicicletta a Fuel Cell da Linde

La bicicletta a Fuel Cell da Linde

13 nov, 2015

Fonte:

 

Il Gruppo tedesco , membro , è uno dei maggiori fornitori al mondo di gas industriali che include l’idrogeno. In Europa, la società sta lavorando per assumere un ruolo guida nella costruzione di stazioni di rifornimento di idrogeno per auto alimentate a celle a combustibile. Ha già 100 uomini operativi in Germania, dove BMW e Mercedes dicono che stanno lavorando su automobili a idrogeno.

La bici , prototipo che Linde produrrà in una serie limitata, funziona con carburante idrogeno verde sostenibile.

L’idrogeno può essere ottenuto attraverso l’elettrolisi dell’acqua utilizzando l’energia eolica o da biogas attraverso il reformer. Il bilancio del carbonio della bici Linde H2 è decisamente inferiore a quello di un pedelec la cui batteria viene caricata con energia da fonti miste prelevata dalla rete energetica tedesca.

“Linde sta spingendo idee nuove e non convenzionali per contribuire alla diffusione e la commercializzazione dell’idrogeno come tecnologia pulita”, ha commentato il dottor , CEO di Linde AG. “Con la bici Linde H2, abbiamo dimostrato che i benefici dell’unità ad idrogeno non sono limitate alle auto. Le biciclette sono un’altra interessante applicazione”.

Il comunicato ufficiale Linde

La bici a idrogeno di Linde mostra la nuova strada verso la mobilità elettrica

Linde prende l’idea pilota di una e-bike a idrogeno di serie che verrà lanciata in pochi mesi

Il CEO Büchele ha commentato: “Vogliamo contribuire alla diffusa commercializzazione dell’idrogeno come tecnologia pulita”.

Fonte: Linde Group

Monaco di Baviera, 14 Ottobre 2015 – La Società di Tecnologia del Gruppo Linde, leader nella formazione di un’infrastruttura per l’idrogeno da molti anni, sta esplorando nuove possibilità di emissioni zero e di mobilità sostenibile. Ieri la società ha presentato il suo ultimo sviluppo, un Pedelec molto innovativo, il cui nome deriva da “ciclo elettrico del pedale”. La caratteristica principale di questa bici risiede nella sua fonte di energia. La batteria che di solito si trova sulle biciclette elettriche viene sostituita da una cella a combustibile compatta che produce energia elettrica da idrogeno e ossigeno preso dall’aria circostante. Questo sistema unico, altamente efficiente permette la guida ad emissioni zero e supporta la pedalata assistita con un’atuonomia di oltre 100 chilometri con un unico cilindro che contiene 34 grammi di idrogeno. Il sistema di alimentazione appositamente sviluppato significa che il cilindro può essere riempito in meno di sei minuti.

“Linde sta anche spingendo idee nuove e non convenzionali per contribuire alla diffusion e, la commercializzazione dell’idrogeno come tecnologia pulita”, ha commentato il dottor Wolfgang Büchele, CEO di Linde AG. “Con la bici Linde H2, abbiamo dimostrato che i benefici dell’unità di idrogeno non sono limitati alle auto. Le biciclette sono un’altra interessante applicazione”.

Come uno dei primi a beneficiare di questa nuova forma di mobilità a due ruote, il Ministro dei Trasporti tedesco ha ricevuto una bicicletta a idrogeno Linde dalle mani del dottor Büchele.

Ci sono voluti meno di tre mesi per gli ingegneri Linde per sviluppare il progetto dall’idea iniziale di un prototipo funzionante. Con il motto “Corro sull’idrogeno”, la bici Linde H2 dimostra che c’è una valida alternativa alle batterie convenzionali nelle bici elettriche, accrescendo così il fascino di ciò che è già visto come un modo di trasporto ecologico. Come le automobili ad idrogeno, le bici a celle a combustibile hanno il duplice vantaggio di una lunga autonomia ed un tempo di rifornimento breve di pochi minuti. Per di più, si eliminano le necessità delle batterie di trazione, che offrono un’autonomia limitata e sono difficili da smaltire.
La bici H2, che Linde produrrà in una serie prototipo limitata, funziona con carburante idrogeno verde sostenibile. L’idrogeno può essere ottenuto attraverso l’elettrolisi dell’acqua utilizzando l’energia eolica o da biogas. Il bilancio del carbonio della bici Linde H2 è decisamente inferiore a quello di un pedelec la cui batteria viene caricata con energia da fonti miste prelevata dalla rete energetica tedesca.

In passato, Linde ha dimostrato la propria leadership tecnologica con diversi sviluppi, come il compressore ionico – un concetto innovativo di compressore allo state-of-the-art delle stazioni di rifornimento di idrogeno.

Dopo aver creato circa 100 stazioni di rifornimento di idrogeno in 15 paesi e dopo aver completato con successo più di un milione di operazioni di rifornimento, Linde è all’avanguardia nello sviluppo delle infrastrutture H2. Linde è uno dei soci fondatori della joint venture di recente costituzione . Con diversi produttori di auto attualmente in rampa fino alla produzione di serie, Linde sta gettando così basi importanti per il successo del lancio dei veicoli a celle a combustibile.

 

In English

Hydrogen Fuel Cell Bicycle by Linde

 

Source: European Hydrogen Association

 

German’s Linde Group, the EHA member, is one of the world’s largest suppliers of industrial gasses and that includes hydrogen. In Europe, the company is working to take the lead in building hydrogen refueling stations for fuel cell powered cars. It already has 100 operating in Germany, where BMW and Mercedes say they are working on hydrogen cars.

TheLinde H2 bike, which Linde will produce as a limited prototype series, runs on sustainable green hydrogen fuel. The hydrogen can be obtained through the electrolysis of water using wind energy or by reforming biogas. The carbon balance of the Linde H2 bike is therefore significantly lower than that of a pedelec where the battery is charged using power of mixed sources drawn from the German energy grid.

“Linde is …pushing new and unconventional ideas to contribute to the widespread commercialisation of hydrogen as a clean technology,” commented Dr Wolfgang Büchele, CEO of Linde AG. “With the Linde H2 bike, we have shown that the benefits of hydrogen drives are not restricted to cars – bikes are another interesting application”.

The official Linde Press release

Linde’s hydrogen-powered bike shows new way towards electro-mobility

Linde takes the idea for a hydrogen-powered e-bike to pilot series in just a few months

CEO Büchele commented: “We want to contribute to the widespread commercialisation of hydrogen as a clean technology”.

Linde hydrogen bike

Munich, Germany. 14 October 2015 – Technology company The Linde Group, a leader in the build-up of a hydrogen infrastructure for many years, is exploring new possibilities of zero-emission, sustainable mobility. Yesterday the company unveiled its latest development, a very innovative pedelec, whose name derives from “pedal electric cycle”. The highlight of this bike lies in its source of power. The battery usually found on e-bikes is replaced by a compact fuel cell which generates electric power from hydrogen and oxygen taken from the surrounding air. This unique, highly efficient and zero-emissions drive system supports assisted pedalling over a range in excess of 100 kilometres with a single, 34-gram cylinder of hydrogen. The specially developed fuelling system means the cylinder can be refilled in less than six minutes.

“Linde is also pushing new and unconventional ideas to contribute to the widespread commercialisation of hydrogen as a clean technology,” commented Dr Wolfgang Büchele, CEO of Linde AG. “With the Linde H2 bike, we have shown that the benefits of hydrogen drives are not restricted to cars – bikes are another interesting application.”

As one of the first to benefit from this new form of effortless two-wheel mobility, German Transport Minister Alexander Dobrindt received a Linde hydrogen bike out of the hands of Dr Büchele.

It took Linde engineers less than three months to develop the project from the initial idea to a functioning prototype. Under the motto “I run on hydrogen”, the Linde H2 bike proves that there is a viable alternative to conventional batteries in electric bikes, thus further increasing the appeal of what is already viewed as an environmentally friendly mode of transport. Like hydrogen-powered cars, fuel-cell bikes have the dual advantage of a long range and a short refuelling window of just a few minutes. What is more, they eliminate the need for traction batteries, which come with a limited lifespan and are difficult to dispose of.

The H2 bike, which Linde will produce as a limited prototype series, runs on sustainable green hydrogen fuel. The hydrogen can be obtained through the electrolysis of water using wind energy or by reforming biogas. The carbon balance of the Linde H2 bike is therefore significantly lower than that of a pedelec where the battery is charged using power of mixed sources drawn from the German energy grid.

In the past, Linde has proven its technology leadership with developments such as the ionic compressor – an innovative compressor concept enabling state-of-the-art hydrogen fuelling stations.

Having set up approximately 100 hydrogen fuelling stations in 15 countries and having successfully completed more than one million refuelling operations, Linde is leading the way in H2 infrastructure development. Linde is a founding partner in the recently established joint venture H2 Mobility Deutschland GmbH & Co. KG. With several auto manufacturers currently ramping up to series production, Linde is thus laying important groundwork for the successful roll-out of fuel-cell vehicles.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Alexander Dobrindt CEO Linde AG EHA european hydrogen association H2 Mobility Deutschland GmbH & Co. KG linde Linde H2 ministro trasporti tedesco Wolfgang Büchele

Lascia una risposta

 
Pinterest