Investimenti europei nei trasporti a idrogeno

Investimenti europei nei trasporti a idrogeno

12 ott, 2013

L’industria idrogeno è la prima nel rispondere alla chiamata dell’UE per gli investimenti nel trasporto pulito

Fonte:

9 ottobre 2013. L’ ultimo giorno di settembre potrebbe diventare il primo giorno di un cambio di passo nello sviluppo delle stazioni di rifornimento di idrogeno in Europa, dopo il round di negoziati difficili, sei partner dell’iniziativa tedesca ‘ ‘ – , Daimler , , OMV , e Total hanno accettato di sviluppare un piano d’azione per lo sviluppo di una rete di 400 stazioni di rifornimento in Germania entro il 2023 con 100 già in atto nei prossimi 4 anni.

L’investimento totale sarà pari a € 350 mln. entro il 2023 . La rete potrebbe diventare il primo passo per ulteriori allestimenti in Europa, come previsto dal Clean Power for Transport Package dell’UE.

L’avviamento di una rete di 15 stazioni pubbliche all’interno di questa iniziativa cambierà per sempre il ritmo di sviluppo dell’idrogeno in Europa. Le 100 stazioni saranno a servizio dei primi veicoli a celle a combustibile che usciranno dalla catena di produzione in serie nel 2015.

Presto i primi clienti vorranno attraversare le frontiere ed i cittadini dei centri urbani europei fuori dalla Germania chiederanno pure di avere queste tecnologie avanzate sulle loro strade.

Pertanto il coordinamento delle attuali iniziative nazionali H2 Mobility, che sono già state avviate ad esempio in Scandinavia, Regno Unito, Francia e Paesi Bassi, è la chiave per consentire un sistema sostenibile per l’industria e per le aspettative dei clienti.

Anche in considerazione delle ambizioni dell’UE con la direttiva sulla realizzazione delle infrastrutture di combustibili alternativi, il ruolo del e delle altre associazioni nazionali per spiegare lo stato delle applicazioni dell’idrogeno ai principali attori nazionali e locali appare oggi ancor più necessaria.

Alla conferenza di medio termine del di autobus a celle a combustibile, finanziato dalla FCH JU presso gli Open Days a Bruxelles l’8 ottobre, è stata sottolineata la grande volontà dei vari soggetti interessati ad accettare le domande di idrogeno, ma molti attori regionali hanno anche sottolineato che è giunto il momento di consegnare …..

L’ EHA saluta i suoi membri dell’industria Shell, Linde ed Air Liquide, che ora hanno raccolto questa sfida e invita i membri della comunità EHA appartenenti alla grande industria, le autorità regionali e locali, le piccole e medie imprese, gli istituti di ricerca e università a seguire le loro orme e modificare il ritmo di  difussione di H2 in Europa e oltre!

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: air liquide EHA european hydrogen association H2 Mobility linde progetto chic Shell unione europea

Lascia una risposta

 
Pinterest