Giro del mondo in Classe B F-CELL

Giro del mondo in Classe B F-CELL

16 mar, 2011

Fonte: AG

15 marzo 2011. 7.500 km fino alla prima stazione di rifornimento pubblica di a 700-bar di pressione per alimentare la F-CELL impegnata nel World Drive teste attualmente negli USA

Il 7 marzo 2011, la ha intrapreso la 10 ° tappa giornaliera negli Stati Uniti, percorrendo la strada da San Diego a Los Angeles.

Nell’area metropolitana di Los Angeles, i tre veicoli Classe B F-CELL sperimentati negli Stati Uniti hanno fatto per la prima volta nel Nord America il rifornimento di idrogeno in una stazione di rifornimento pubblica.

Prima di raggiungere tale punto, la F-CELL World Drive ha già attraversato con successo il Sud Europa e Stati Uniti.

Con il F-CELL World Drive, Mercedes-Benz sta concentrando l’attenzione mondiale sulle potenzialità della e-mobilità con la tecnologia delle ed è inoltre una dimostrazione interessante del fatto che questa tecnologia sia pronta per la produzione su larga scala.

Il prossimo passo da intraprendere per l’industrializzazione di questa tecnologia è lo sviluppo di una infrastruttura globale di idrogeno.

Infrastrutture negli Stati Uniti: California proiettata verso il futuro

Il Mercedes F-CELL World Drive evidenzia in particolare le lacune ancora esistenti nelle infrastrutture globali per l’idrogeno. Entro la fine della tappa degli USA del tour, il 18 marzo, i veicoli di Classe B F-CELL saranno stati riforniti di carburante circa 35 volte sulla rotta da Miami a Seattle – ma solo una di queste procedure di rifornimento si svolgeranno in un stazione di rifornimento di idrogeno pubblico, situato nella Greater Los Angeles.

“Il mercato americano è già attivo nel campo della tecnologia delle celle a combustibile, ma come in Europa, vi è ancora una necessità di sviluppo quando si tratta di infrastrutture. Insieme ai nostri partner regionali, vogliamo sottolineare le potenzialità di questa tecnologia e per ottenere importanti mercati di punta pronti per il lancio di un elevato numero di veicoli elettrici a celle a combustibile “, afferma il Dr. Thomas Weber, membro del Consiglio di Daimler AG e responsabile del Gruppo di Ricerca e Sviluppo di Mercedes-Benz Cars.

Finora ci sono poche stazioni di rifornimento in California così come sulla costa orientale degli Stati Uniti, nella città di New York e anche in Michigan. La maggior parte delle attività sono attualmente in corso in California,. I clienti che nella città di Los Angeles – dove un certo numero di veicoli Mercedes-Benz Classe B F-CELL sono già su strada a partire dalla fine del 2010 – possono già rifornire i propri veicoli in cinque stazioni pubbliche di idrogeno. Di queste, tre sono dotate delle più moderne tecnologie  - e nel frattempo standardizzati globalmente – di 700 bar che permette ai serbatoi dei veicoli Classe B da completare, in soli tre minuti un pieno per una distanza di circa 400 chilometri.

Accanto a ulteriori forniture di veicoli Classe B con le unità di celle a combustibile per i clienti negli Stati Uniti nel 2011 e 2012, si è concretamente pianificato di estendere la rete di distribuzione nelle aree metropolitane in America. Durante una seconda fase saranno poi collegati tra loro. Questi passaggi, di conseguenza, svilupperanno la tecnologia delle celle a combustibile.

Secondo uno studio condotto da UC Davis, l’offerta di base di tali veicoli a emissioni zero potrebbe essere garantita solo con circa 40 stazioni di rifornimento di idrogeno nell’area metropolitana di Los Angeles. Lo Stato della California ha già previsto un finanziamento iniziale.

Fino ad oggi, 27 milioni di dollari USA entrarono nella promozione di una infrastruttura per l’idrogeno. Altri 14 milioni di dollari USA è prevista per essere investiti nel 2011. Per il 2011 e il 2012, l’apertura di ulteriori stazioni di rifornimento è stata annunciata, quattro nella zona più grande di Los Angeles, due stazioni nella San Francisco Bay Area, ed altre 10 stazioni in più nel 2012. A partire dal 2012, un totale di circa 20 stazioni in California forniranno i veicoli elettrici a celle a combustibile dell’idrogeno necessario.

Questi sviluppi positivi nelle infrastrutture a idrogeno della California sono anche il risultato di un impegno di quasi 20 anni di Daimler AG nella tecnologia delle celle a combustibile. Per molti anni l’azienda è stata un membro attivo della California Partnership (CaFCP), una fusione di case automobilistiche, fornitori di energia, enti governativi e aziende tecnologiche, e anche in quella di recente istituzione di celle a combustibile e idrogeno “Energy Association (FCHEA) in California.

La produzione dell’idrogeno necessario oggi offre già una solida base per un’infrastruttura a idrogeno futuro. L’industria di idrogeno negli Stati Uniti potrebbe già fornire fino a 40 milioni di veicoli. Oleodotti, che possono trasportare l’idrogeno dai produttori agli utilizzatori finali, sono già in atto in molte parti del paese.

La necessità di un’azione in Europa

Prima della tappa degli Stati Uniti, il F-Cell World Drive ha già percorso più di 3.600 km in Europa, dove la rete di stazione di servizio è anche in fase di sviluppo. In generale, vi è anche la capacità di produzione di idrogeno. L’obiettivo a lungo termine è quello di produrre idrogeno in modo sostenibile, per esempio per mezzo di vento, l’acqua o l’energia solare, geotermia o biomassa, in modo che l’intera catena energetica, dalla produzione al consumo, da parte del veicolo, sia ad emissioni zero o in altri parole di CO2 neutro.

“Le potenzialità di e-mobilità con la tecnologia delle celle a combustibile sono enormi. Se non ora, quando ci sarà la possibilità di stabilire l’Europa come il principale mercato per questa tecnologia del futuro? Altre nazioni sono già al lavoro” – ha detto Thomas Weber illustrando l’attuale situazione.

Per gli ambiziosi obiettivi dell’Unione europea e dei paesi del G8 di tagliare le emissioni globali di CO2 del 80 per cento entro il 2050 bisogna concentrare gli sforzi compiuti nel settore dei trasporti in modo di ridurre la produzione di CO2 del 95 per cento.

In questo contesto, l’utilizzo di veicoli elettrici con celle a combustibile e batterie è essenziale per dare un contributo significativo a lungo termine nella mobilità sostenibile.

Uno studio recentemente pubblicato riguardo il potenziale dei sistemi di azionamento elettrificati in Europa è giunto alla stessa conclusione. I veicoli elettrici con la tecnologia delle celle a combustibile sono adatti anche per i lunghi viaggi, che sono di solito fatte con medi e grandi veicoli. Questi costituiscono circa il 50 per cento del numero totale di autovetture e sono anche responsabili del 75 per cento delle emissioni di CO2 delle autovetture. L’unità di celle a combustibile rappresenta quindi una soluzione efficace per la riduzione delle emissioni di CO2 nel traffico stradale e ha un enorme potenziale per la produzione di massa (1 milione di veicoli in tutta Europa nel 2020, o 25 per cento del mercato nel 2050).

H2 Mobility – impegno di misure infrastrutturali sostenibili in Germania

Daimler è attiva in una serie di iniziative diverse, al fine di promuovere la commercializzazione di veicoli elettrici, nonché necessarie infrastrutture. Daimler AG ha perciò lanciato un’iniziativa insieme con Linde AG, con l’obiettivo di sviluppare una infrastruttura di stazioni di rifornimento di idrogeno nazionale.

Nel 2009 questa iniziativa ha portato alla H2 Mobility, attraverso le quali i principali fornitori di energia, le imprese del settore del petrolio e anche gli altri partner supplementari sono giunti a un accordo sulla costituzione di una infrastruttura globale di idrogeno in Germania. Questo perché un prerequisito necessario per la commercializzazione di veicoli a celle a combustibile è una rete di stazioni di rifornimento.

Alcuni centri iniziali di rifornimento sono in via di sviluppo nei grandi agglomerati urbani, come Berlino e Amburgo. “Abbiamo investito con successo e in larga misura nella maturità della tecnologia delle celle a combustibile applicate al veicolo. Ora, l’infrastruttura deve essere sviluppata. Siamo convinti che questi investimenti non sono solo utili, ma che non ci sono alternative per la sostenibilità dell’incontro della domanda  di mobilità individuale “, spiega Thomas Weber.

Mercedes-Benz World F-CELL Drive

Durante il F-CELL Drive, tre Mercedes-Benz Classe B F-CELL stanno percorrendo attraverso 14 paesi e 4 continenti – il giro di tutto il mondo. Organizzato da Mercedes-Benz, la circumnavigazione del mondo ha iniziato il 30 gennaio 2011 a Stoccarda ed è programmata per durare 125 giorni, fino al ritorno dei veicoli a Stoccarda nuovamente all’inizio di giugno, dopo aver percorso una distanza di circa 30.000 chilometri. L’obiettivo del tour è quello di dimostrare la maturità tecnica e di idoneità per l’uso quotidiano di veicoli elettrici a celle a combustibile, e allo stesso tempo sottolineare la necessità per lo sviluppo di una infrastruttura globale di idrogeno. Mercedes-Benz è supportata nel tour da Linde AG, che è responsabile della fornitura dell’idrogeno.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: celle a combustibile daimler F-CELL World Drive fuel cell idrogeno

Lascia una risposta

 
Pinterest