Il Giappone punta verso le fuel cell

Il Giappone punta verso le fuel cell

4 giu, 2014

I costruttori automobilistici giapponesi e le amministrazioni verso i veicoli a Fuel -Cell

di Antony Ingram

Fonte: GreenCarReports

 

2 giugno 2014. Batteria elettrica o fuel-cell?

Le case automobilistiche giapponesi sono divise sul tema – Nissan e Mitsubishi hanno portato le auto elettriche presto sul mercato, ma Toyota e Honda hanno ritardato il lancio in grande scala, concentrandosi invece sullo sviluppo di veicoli a celle a combustibile.

Il governo giapponese è ora dalla loro parte, mentre il Paese annuncia l’intenzione di diventare il leader mondiale nella propulsori a celle a combustibile.

Secondo Nikkei (via The Car Connection), il Giappone sta cambiando le linee guida per i veicoli a celle a combustibile per promuovere lo sviluppo e la vendita di tecnologia.

Significativamente, i proprietari delle celle a combustibile saranno ora in grado di riempire i loro veicoli a 875 atmosfere di pressione, rispetto all’attuale limite di 700 atmosfere. Senza altre modifiche, questo ha un effetto immediato – il 20 per cento in più di autonomia con un pieno di idrogeno.

Il Ministero dell’Economia, del Commercio e dell’Industria del Giappone dovrebbe consentire questa modifica entro la fine del mese.

Il governo sta lavorando anche sul versante importazione ed esportazione. Nuovi trattati saranno più facile per le aziende come Mercedes Benz – anche lei impegnata nell’idrogeno – per importare veicoli in Giappone, ma anche per rendere più facile alle imprese giapponesi di esportare i loro prodotti verso l’Europa e oltre.

Giappone sta inoltre lavorando per mediare un accordo con il quale i Paesi dovrebbero riconoscere i test di sicurezza effettuati in altri paesi – rendendo più semplice vendere i veicoli a celle a combustibile in tutto il mondo.

La collina dell’idrogeno è ancora una dura salita. Al momento, il lavoro di sviluppo è ancora nelle sue fasi iniziali e, mentre ci sono decine di differenti veicoli elettrici a batteria già in vendita, le auto a celle a combustibile sono notevoli per la loro assenza.

Pochi paesi hanno una vera e propria infrastruttura di rifornimento di idrogeno in funzione ed allestire una – anche in paesi relativamente piccoli come il Giappone – è molto più arduo e costoso nello sviluppo rispetto una rete di ricarica elettrica.

Queste questioni saranno, lentamente, superate quando sia Honda che Toyota avranno le loro vetture stradali ad idrogeno in fase di sviluppo ed il lancio di entrambe sul mercato è previsto il prossimo anno. E le stazioni di rifornimento delle celle a combustibile stanno nascendo, anche se lentamente .

Ma se l’idrogeno decolla, le case automobilistiche giapponesi (e i loro partner europei ed americani) potrebbero benissimo trovarsi in prima linea insieme ad altre società che saranno a giocare catch-up.

Anche allora, non ci sarà alcuna garanzia che i veicoli a celle a combustibile ad idrogeno avranno vita facile.

Con il tempo i veicoli a celle a combustibile saranno sulle strade in quantità significative, le auto elettriche potrebbero offrire autonomia di 300 miglia (circa 480 km) e tempi di 10 minuti di ricarica che i sostenitori dell’idrogeno segnalano come tra i principali vantaggi del carburante.

In entrambi i casi, sarà un processo affascinante da vedere.

 

Foto:

Toyota FCV concept al Tokyo Motor Show 2013

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS:

Lascia una risposta

 
Pinterest