Hyundai i-Blue Fuel Cell Concept

Hyundai i-Blue Fuel Cell Concept

11 set, 2007

Il Concept rivela la direzione futura della tecnologia dei veicoli a fuel cells

Francoforte, Germania. 11 settembre 2007.  Il nuovo concept car a emissioni zero della Motor Company (HMC), l’i-Blue Electric Vehicle (FCEV) è stato presentato in occasione del 62° Salone Internazionale di Francoforte, in Germania. Sviluppato nel Centro Tecnico a Chiba, in Giappone, il concept car i-Blue è la visione dei designers del futuro della produzionedei veicoli a fuel cells. Tutta la piattaforma sulla quale è stato costruito il veicolo è stata realizzata su misura per alloggiare la terza generazione della tecnologia delle celle a combustibile che attualmente viene sviluppata da nel Istituto di Ricerca Tecnologica di Mabuk, in Corea.

Mantenendo il tema della presentazione “See what’s driving the future” (Guarda cosa guideremo in futuro), con particolare attenzione alla sostenibilità e alla protezione dell’ambiente, I-Blue dimostra un passo significativo verso la commercializzazione dei veicoli a fuel cells Hyundai. Diversamente dei predecessori, che sono stati costruiti sulla base dei SUV, i-Blue appartiene al segmento D dei crossover utility vehicle (CUV), dove le piccole dimensioni della piattaforma richiedono una grande sofisticazione nell’engineering del motore e degli organi di trasmissione.

“La i-Blue è il primo modello Hyundai disegnato esclusivamente per essere equipaggiato con la tecnologia delle fuel cells, un vero salto di qualità nei nostri programmi di ricerca e sviluppo” – ha detto il Dr. Hyun-Soon Lee, Presidente Ricerca e Sviluppo Hyundai. “Il nostro team di ingegneri ha disegnato con successo un veicolo a fuel cells più compatto, mantenendo le caratteristiche di sicurezza, confort, convenienza e autonomia rispetto ad un veicolo convenzionale con motore a combustione interna”.

Hyundai cerca in tutti I modi di poter lanciare un veicolo a fuel cells nella prossima decade.

Equipaggiata con la terza generazione di fuel cells

I-Blue è stata equipaggiata con uno stack di fuel cells da 100 kW di potenza. Alimentata da idrogeno compresso (700 bar) contenuto in un serbatoio da 115 litri, i-Blue è in grado di percorrere oltre 600 km con un pieno e di raggiungere la velocità massima di 165 km/h.

Lo stack di fuel cells di I-Blue è stato alloggiato sotto il pavimento del veicolo e non nel vano motore come nella seconda generazione della Hyundai Tucson FCEV. Questo permette di avere l’ideale ripartizione dei pesi del 50:50 per un’ottima maneggevolezza e handling. Inoltre, spostando lo stack di fuel cells sotto il pavimento, il vano motore rimane più vuoto e quindi il flusso d’aria riesce ad essere canalizzato in modo giusto per un ottimo raffreddamento dello stack di fuel cells.

La i-Blue è quasi completamente silenziosa ma comunque per gli appassionati, riesce ad avere un’accelerazione molto interessante. Come i predecessori, le uniche emissioni di i-Blue sono quelle di vapore d’acqua, segnalando la grande cura di Hyundai per la tecnologia delle fuel cells e per rendere i prossimi veicoli completamente compatibili con l’ambiente.

Il Concept

I-Blue è un futuristico crossover sport tourer con il confort di guida di una berlina e tutte le funzioni utilitarie di un minivan. Come suggerisce il suo nome, i-Blue è stato equipaggiato con un sistema di celle a combustibile di ultima generazione ma sono stati inclusi anche tutti i sistemi di informazione dell’ultima generazione. Contrariamente ai suoi predecessori, i quali sono stati costruiti su piattaforma dei SUV, i-Blue è un veicolo del segmento D, 2+2 con carrozzeria del tipo Crossover Utility Vehicle (CUV). Questo segna un importante passo avanti nella strada di produzione in serie dei veicoli a fuel cells, sistemi che sono più difficili da integrare in una carrozzeria di dimensioni contenute.

Il design del concept con la filosofia Ying e Yang

Il concept Hyundai i-Blue FCEV possiede un design esterno dinamico ed elegante con un assemblaggio particolare il quale è basato sulla filosofia del Ying Yang, dove due forze opposte vengono unificate in un perfetto bilanciamento creando qualcosa di nuovo. La carrozzeria di i-Blue ha seguito il concetto stilistico di unificare due diverse forme geometriche, i quadrati ed i circoli, creando così le forme di romboidali.
Alta tecnologia che offer confort e sicurezza ai passeggeri

Le caratteristiche futuristiche di i-Blue con interni che seguono la forma di flusso di acqua, permettono una rilassante posizione dei sedili sia del conducente che quelli dei passeggeri. I conducenti della i-Blue saranno esaltati dall’innovativo volante del tipo aeronautico, che integra controlli del tipo touch scroll che mettono in condizioni il conducente di mantenere sempre le mani sul volante mentre agiscono nelle diverse funzioni audiovisive. Il display 3D aggiunge anche sicurezza. L’esterno viene costantemente proiettato attraverso il sistema di telecamere del veicolo e molte altri sistemi di sicurezza Hyundai quali i monitor per la visione anteriore e posteriore equipaggiano il concept car Hyundai i-Blue.

Esterni

Come tutti I veicoli del tipo crossover abbinano I punti più importanti delle berline e dei minivan, e attraverso l’inserimento di un nuovo tipo di design dalla tradizionale bellezza coreana, i-Blue ha aperto una nuova categoria di veicoli.

Dai paraurti anteriori, al montante, la cabina e fino al paraurti posteriore, i-Blue mostra una soluzione di continuità, un tipo di superficie del bilancio perfetto. Dal tema TaeKuk dei volumi e superfici in armonia, le linee dei paraurti anteriori e posteriori danno un tocco di particolare eleganza all’insieme esterno.

L’immagine della mascherina frontale è simile a quella della concept car Hyundai Genesis, presentato alla direzione per futuri sviluppi di design.

La griglia del radiatore ed I gruppi ottici sono stati realizzati in cristalli che richiamano l’acqua dal sistema di fuel cells e l’immagine potente e dinamica del posteriore prende la forma orizzontale e verticale dalle ali di un aeroplano.

Telecamere sono state installate nei gruppi ottici, l’abbinamento posteriore dei gruppi ottici e delle luci montati in alto contribuiscono a presentare un design funzionale e di alta tecnologia. Il sistema di illuminazione posteriore abbina luci disegnate associando la bellezza e brillantezza delle stelle nello spazio.

Interni

I-Blue presenta all’interno spazi futuristici con forma di flussi d’acqua, risultando molto rilassanti per quanto riguarda la posizione di conducente e passeggeri. I conducenti della i-Blue saranno esaltati dal volante innovativo del tipo aeronautico, che integra i pannelli touch scroll, che permette di mantenere sempre le mani sul volante anche mentre il conducente agisce sui sistemi audiovisivi. Il display 3D aggiunge anche sicurezza e convenienza.

i-Blue Fuel Cell Electric Vehicle (FCEV) – Dati tecnici

Lunghezza 4,850 mm
Larghezza 1,850 mm
Altezza 1,600 mm
Passo 2,850 mm
Pneumatici 285/50 R20
Motore 100 kW Fuel Cell Hybrid
(100kW Fuel Cell, 450V/11.3F Super capacity)
Potenza 100 kW
Pressione serbatoio 700 bar
Tipo combustibile Compressed Hydrogen
Capacità serbatoio 115 liters
Autonomia 600km

Strategia di ricerda di Hyundai FCEV

Hyundai Motor Company è in prima linea nella ricerca delle tecnologie di fuel cells. A settembre del 2005, Hyundai ha inaugurato il nuovo Eco Technology Research Insitute a Mabuk, Corea, nei pressi del quale si sviluppano le tecnologie compatibili con l’ambiente e dove si concentrano gli sforzi di Hyundai nello sviluppo di propulsori alternativi.
Hyundai Motor Corporation partecipa a diversi programmi di verifica delle celle a combustibile, sia in Corea che a livello internazionale. Negli Stati Uniti, Hyundai è membro del California Fuel Cell Partnership (CaFCP) dal 2000. Il CaFCP è una collaborazione tra 31 organizzazione membri che includono costruttori automobilistici, produttori di energia, agenzie governative, aziende costruttrici di fuel cells che lavorano insieme per promuovere la commercializzazione dei veicoli a celle a combustibile. La prima generazione della Hyundai Santa Fe e la seconda generazione della Hyundai Tucson FCEV sono stati entrambe collaudate dalla Partnership a Sacramento (California). Inoltre Hyundai ha completato con successo le cinque rally sponsorizzati dalla Partnership che hanno praticamente percorso completamente lo Stato della California.

Nel 2004, Hyundai in partnership con Chevron Corp. e UTC Power hanno iniziato un programma con una flotta di 32 veicoli di prova. Questo programma della durata di cinque anni è sponsorizzato dal Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti. Gli obiettivi del programma sono quelli di dimostrare la sicurezza, la convenienza e la possibilità concreta della distribuzione dell’idrogeno ed un suo utilizzo per la mobilità, oltre al collaudo dei veicoli a fuel cells e delle rispettive infrastrutture e anche quello di educare riguardo l’uso dell’idrogeno e le potenzialità per il trasporto e per la generazione di energia.

Hyundai attualmente possiede flotte operative nel Centro Tecnico di Hyundai America in Chino (California), nel California Air Resources Board di Sacramento (California), nell’AC Transit di Oakland (California), nella Southern California Edison  Rosemead (California) e nell’US Army a Warren (Michigan).
Riguardo la tecnologia delle fuel cells

Un veicolo a fuel cells è alimentato dall’energia elettrica generata da un sistema di conversione di energia denominato celle a combustibile (o fuel cell). Questo sistema produce una reazione tra l’idrogeno e l’ossigeno denominato elettrolisi il quale genera acqua pura ed energia sotto forma di elettricità, che rende il veicolo completamente ad emissioni zero.

Il cuore delle celle e la membrana elettrolita (che permete di attraversare I protoni e di bypassare gli elettroni) e le piastre bipolari (che possiedono dei canali per la reazione dei gas). Per ottenere sufficiente potenza in modo di alimentare i motori, qualche centinaio di celle vengono messe insieme in un gruppo denominato “stack” che genera energia elettrica. L’unito sottoprodotto che viene emesso è acqua purissima, quindi sono veicoli ad emissioni zero a tutti gli effetti.

Inoltre, l’efficienza complessiva è maggiore rispetto I veicoli dotati di motori a combustione interna perchè le celle a combustibile convertono direttamente l’energia chimica (il combustibile) in energia elettrica senza I passi intermedi di trasformazione dall’energia chimica a quella meccanica. Questo può essere dimostrato considerando la percorrenza per litro. I veicoli di prova della Hyundai, quale la Tucson FCEV, possiedono un autonomia di 24 km per litro, mentre il motore a combustione interna della Tucson offre meno di 12 km di percorrenza per litro.

Hyundai partecipa a svariati programmi di verifica sia in Corea che a livello internazionale, realizzando grandi sforzi per raggiungere lo standard della produzione tra il 2012 e il 2015. Il Fuel Cell Vehicle Team di Hyundai attualmente è in collaborazione con le squadre di design del telaio e del modulo abitativo della vettura, situate in altri centri di ricerca e sviluppo. Uno dei progetti mira a sviluppare una piattaforma unica per alloggiare la struttura dei veicoli a fuel cells.

Il veicolo Hyundai i-Blue FCEV

Hyundai i-Blue funziona quasi senza nessun rumore. E’ stato disegnato per avere la luce sufficiente ed un handling confortevole per non creare stress e per una guida divertente e tranquilla. Tuttavia i guidatori appassionati alle prestazioni si esalteranno con l’accelerazione derivata dall’alimentazione elettrica.
Hyundai attualmente investe fortemente nella ricerca e sviluppo per essere in grado di offrire la i-Blue come veicolo di produzione in pochi anni.

Sistema elettrico

Per aumentare la sicurezza di guida, I-Blue è stata equipaggiata con l’ultima generazione di tecnologia avanzata, in modo di interagire con il conducente e passeggeri.

Ologramma HUD (Proiezione dello spazio)

Offre una guida sicura in tutti I momenti, provvedendo l’informazione essenziale al guidatore in modo di migliorare la visibilità e la sicurezza. L’ologramma HUD è anche piazzato nella base del parabrezza, posizione perfetta per minimizzare i movimento degli occhi del guidatore.

Sistema di monitoraggio Omni-All-Around

Utilizzando le ultime tecniche della proiezione delle immagini, il sistema di monitoraggio offre un completo panorama esterno di quello che succede fuori dal veiocolo, ottimo anche per le manovre di parcheggio in modo sicuro. Il conducente è in grado di guidare le vettura senza perdere il senso della distanza, mentre il sistema di monitoraggio tiene conto anche delle zone scure dal punto di viste del guidatore. L’ambiente esterno viene costantemente proiettato attraverso il sistema di telecamere con cui è stato equipaggiato il veicolo e ci sono molte altre caratteristiche avveniristiche, quali i monitor di visione laterale e posteriore.

Display a cristalli liquidi

Tutte le informazioni utili al conducente viene mostrata nel display a cristalli liquidi. Le informazioni includono la possibilità di modificare il contrasto, l’interfaccia e la luminosità, secondo i desideri del conducente. L’utente ha anche la possibilità di modificare tutte le funzioni in base alle proprie necessità individuali.

Conclusione

Hyundai continua e continuerà a presentare la propria visione del futuro attraverso i concept cars. Attraverso il concept denominato “QarmaQ” lanciato nel Salone di Ginevra di quest’anno, abbiamo enfatizzato i nostri sforzi per costruire la nostra immagine come produttore di automobili compatibili con l’ambiente. Nel Salone di Francoforte del 2007, i-Blue è un altro passo avanti nella giusta direzione, in modo di mostrare una sport tourer futuristica con autonomia maggiore e nuove tecnologie centrate esclusivamente sulle celle a combustibile. Noi continueremo a presentare altri nuovi e avveniristici concept car nei saloni futuri.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: fuel cell hyundai motore a idrogeno salone francoforte

Lascia una risposta

 
Pinterest