Fattibile ma costoso il traghetto a fuel cell

Fattibile ma costoso il traghetto a fuel cell

8 nov, 2016

Studio americano afferta che il traghetto a fuel cell di San Francisco è fattibile ma costoso

di Stephen Edelstein

Fonte: GreenCarReports

 

San Francisco, California. USA. 6 Novembre 2016. California è attualmente l’unico stato americano dove sono disponibili per l’acquisto auto a celle a combustibile ad idrogeno.

Se le varie parti interessate seguiranno questa strada, potrebbe anche essere l’unico Stato a vantare i traghetti a celle a combustibile.

L’anno scorso, e la società di ferry hanno annunciato l’intenzione di progettare e costruire una nave a celle a combustibile “ad alta velocità” per il funzionamento nella San Francisco Bay Area.

I piani prevedono un traghetto alimentato ad idrogeno appositamente costruito, così come quello dei sostenitori che dovrebbero allestire la più grande stazione di rifornimento di idrogeno del mondo.

La () ora dice che un tale piano è fattibile, ma è anche costoso, secondo The Maritime Executive.

Uno studio di fattibilità di MARAD ha scoperto che è possibile costruire il traghetto e la stazione di rifornimento dell’idrogeno, ma che i costi del carburante sarebbero significativamente più alti rispetto quelli di un traghetto diesel convenzionale.

Usando idrogeno liquido prodotto da fonti non rinnovabili, lo studio ha stimato che i costi del carburante sarebbero da tre a cinque volte superiore a quello del diesel.

Se l’idrogeno fosse prodotto da fonti rinnovabili, il costo sarebbe da cinque a sedici volte più del diesel, secondo il rapporto dello studio.

L’ and the ha stabilito che l’idrogeno liquido è abbastanza simile al () per i regolamenti di tale combustibile da utilizzare come punto di partenza per i regolamenti delle navi a celle a combustibile.

Lo studio ha anche suggerito altri modi in cui la proposta del traghetto a celle a combustibile potrebbe rientrare nel quadro normativo esistente.

I sostenitori del traghetto a celle a combustibile hanno citato diversi vantaggi potenziali rispetto le navi diesel attuali.

Questi includono l’eliminazione delle emissioni di carbonio, nonché il rischio di contaminazione ambientale dalle fuoriuscite del diesel.

Le fuel cell sono inoltre più sensibili dei motori diesel e dovrebbero eliminare il rumore e le vibrazioni che accompagna questa modalità di propulsione.

Il traghetto previsto – denominato , per “nave della San Francisco Bay Renewable Energy Electric a zero emissioni” – potrebbe trasportare fino a 150 passeggeri, e avrebbe un disegno del tipo catamarano.

Quest’ultimo requisito è stato aggiunto con un occhio verso il raggiungimento di una velocità di crociera di 35 nodi, che sarebbe sensibilmente più veloce rispetto alla maggior parte degli altri traghetti.

Ora che lo studio di fattibilità è completo, sono in corso diverse strategie di riduzione dei costi per il progetto.

Nel frattempo, almeno un traghetto alimentato esclusivamente da batterie è già in funzione in Norvegia.

La nave entrò in servizio nel mese di giugno 2015, coprendo un percorso di 6 km (3,6 miglia) 34 volte al giorno nelle acque di quella che è diventata la nazione più amichevole del mondo per le auto elettriche.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: American Bureau of Ships gas naturale liquefatto gnl marad Red and White Fleet Sandia National Laboratories SF-BREEZE U.S. Coast Guard U.S. Maritime Administration

Lascia una risposta

 
Pinterest