EasyJet sperimenta il primo aereo di linea all’idrogeno

EasyJet sperimenta il primo aereo di linea all’idrogeno

8 mar, 2016

La compagnia aerea risparmierà 50.000 tonnellate di carburante l’anno.

Fonte: Zeus News

 

3 Marzo 2016. Ogni anno, circa il 4% del carburante consumato complessivamente dagli aerei di viene usato per le operazioni di rullaggio.

Se si potesse usare un sistema alternativo, la compagnia aerea risparmierebbe annualmente 50.000 tonnellate di carburante, e anche le emissioni inquinanti migliorerebbero.

Così, lavorando insieme ad alcuni ricercatori della , EasyJet ha sviluppato un piano triennale per la condivisione di innovazioni e conoscenza, all’interno del quale è stata sviluppata la tecnologia che permetterà di costruire i primi aerei ibridi.

Il piano è dotare gli aerei di celle a combustibile a da utilizzare per alimentare piccoli motori posti nei carrelli e l’elettronica di bordo. Inoltre un sistema di recupero dell’energia prodotta dai freni durante l’atterraggio permetterà di ricaricare le batterie.

L’impianto a idrogeno, inoltre, produce acqua come prodotto di scarto: la compagnia prevede di adoperarla per i servizi igienici ma in teoria – come spiega , capo degli ingegneri di EasyJet – potrebbe addirittura essere servita ai passeggeri.

«Potenzialmente è l’acqua più pulita e pura che ci sia» ha commentato Davies. «È assolutamente incontaminata».

I test verranno avviati quando sarà stato completato lo studio di fattibilità.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Cranfield University easyjet Ian Davies idrogeno

Lascia una risposta

 
Pinterest