Debutto europeo per la nuova piattaforma Kia FCEV

Debutto europeo per la nuova piattaforma Kia FCEV

28 ago, 2007

Electric Vehicle

Frankfurt International Motor Show – September 2007

Nuovi progressi per le

Debutto europeo per la nuova piattaforma Kia

Fonte: Kia Motors

Frankfurt, Germania. 28 agosto 2007. Kia Motors Corporation presenta in prima europea al Salone di Francoforte la sua più recente piattaforma FCEV. Il pianale di base FCEV a motore elettrico con alimentazione ad , che ha fatto la sua prima apparizione all’inizio di quest’anno al salone di Seul, rappresenta il passo successivo di Kia nel costante impegno per lo sviluppo di futuri veicoli di serie, più puliti ed ecologici.

Questo inedito pianale, lungo 4,6 metri, ha un passo di 2.850mm ed è stato progettato per essere utilizzato come base per un Suv. Mossa da tre motori elettrici, alimentati da celle a combustibile da 100 kW collegate ad una coppia di serbatoi, all’interno dei quali l’idrogeno è compresso a 700 bar, la FCEV consente prestazioni immediatamente utilizzabili.

Le simulazioni al computer realizzate dai tecnici della Kia indicano che, se installata su una carrozzeria simile a quella del Sorento, la nuova FCEV potrebbe accelerare da 0 a 100 km/h in soli 10 secondi, raggiungere una velocità massima di 170 km/h ed avere una autonomia di 600 km. Il tutto ad emissioni zero.

La nuova piattaforma è sviluppata su un telaio che ricorda una “scala a pioli”, ad elevata rigidità e peso contenuto con (procedendo dall’avantreno al retrotreno) un radiatore, un motore elettrico da 100 kW (134 Cv), montato trasversalmente, che aziona le ruote anteriori, una centralina di gestione termica, un umidificatore, la cella a combustibile a piastre metalliche bipolari, da 100 kW e disposta al centro, un super condensatore, il sistema di preparazione del combustibile, un doppio serbatoio gemellato dell’idrogeno da 76 litri ed una coppia di motori elettrici da 20 kW (27 Cv), ognuno dei quali è direttamente applicato ad ogni ruota posteriore.

I progettisti Kia che hanno curato lo sviluppo del prototipo si sono sforzati di mantenere intatte le proverbiali doti dinamiche dei normali modelli a benzina del marchio coreano. Montando la cella combustibile ed i serbatoi dell’idrogeno in basso, alla base della nuova piattaforma FCEV, si ottengono diversi vantaggi in termini di comportamento dinamico.

Prima di tutto, il baricentro risulta insolitamente basso per un Suv ed il perfetto equilibrio dei pesi, 50/50 fra assale anteriore e posteriore, unitamente al sistema di trazione 4×4 ed ai larghi pneumatici montati su ruote da 18 pollici,
assicurano sempre la massima trazione.

Progredisce la tecnologia delle celle a combustibile

Il sistema FCEV Kia lavora convertendo in energia elettrica l’energia chimica rilasciata dall’ossidazione dell’idrogeno. Gli elettroni, separati dai protoni di ogni atomo di idrogeno su un elettrolita nella cella a combustibile, vengono forzati a scorrere attraverso un circuito elettrico, producendo una corrente elettrica che alimenta i motori elettrici del veicolo.

Ciò fatto, protoni ed elettroni dell’idrogeno si ricombinano, mentre con un sistema indipendente, viene aggiunto dell’ossigeno. Gli unici elementi prodotti da questo processo sono l’elettricità e l’acqua pura (H2O), il che vuole dire
che il sistema Kia FCEV non emette alcuna sostanza nociva, ma soltanto purissimo ed innocuo vapore acqueo.

In più, la nuova realizzazione Kia FCEV costituisce un sistema ad elevata efficienza, che non soltanto fornisce al veicolo una potenza di 100 kW (134 Cv), ma può avviarsi a temperature estremamente rigide (sotto i – 30°centigradi), con una notevole autonomia (sino a 600 km).

Oltre a costituire un notevole progresso sul piano ecologico, Kia FCEV è anche una soluzione “realisticamente concreta” per il trasporto quotidiano, offrendo prestazioni brillanti con livelli di emissioni e consumi estremamente
ridotti.

Prove e sviluppo sulle strade di tutti i giorni

Negli ultimi otto anni, il programma delle Kia è stato rivolto allo sviluppo di applicazioni reali per veicoli a celle a combustibile ed a promuovere la commercializzazione della tecnologia delle celle medesime, migliorando la loro conoscenza da parte del grande pubblico.

La flotta di Sportage FCEV impegnata nelle prove sulle normali strade in Corea ed attraverso gli Stati Uniti ha permesso a Kia di analizzare la praticità e l’efficacia tanto della piattaforma a celle a combustibile che degli elementi ad essa associati, necessari per rendere utilizzabile nell’uso quotidiano su strada la tecnologia delle celle combustibili.

In Corea, attraverso la collaborazione con il Ministero del Commercio, dell’Industria e dell’Energia, sin dall’agosto 2006 Kia ha attivato una flotta di 34 veicoli con celle a combustibile ad idrogeno, costituita da Suv per il trasporto persone ed autobus pubblici. L’attuale rete nazionale di cinque stazioni di rifornimento dell’idrogeno verrà arricchita con altre cinque unità nel corso del 2008, per estendere l’utilizzo del sistema attraverso un programma di valutazione quinquennale, peraltro già in corso.

La flotta ad idrogeno attualmente impegnata nei test in Usa comprende 32 veicoli, compresi 16 Suv Sportage, che operano negli stati della California e del Michigan, svolgendo test quotidiani sin dal settembre 2004.

Le prove “sul campo” in entrambi i Paesi hanno prodotto numerosi sviluppi, ora trasferiti nella nuova piattaforma FCEV esposta al Salone di Francoforte, compresa l’invidiabile capacità di avviarsi a freddo, con temperature che possono raggiungere i meno 30 gradi centigradi.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: celle a combustibile fcev fuel cell idrogeno salone francoforte sportage fcev

Lascia una risposta

 
Pinterest