Acta e Claind per l’idrogeno a Como

Acta e Claind per l’idrogeno a Como

16 mar, 2011

Accordo tra e S.p.A. per lo sviluppo di un generatore di industriale da 1 M3/H

I management di Claind e Acta S.p.A. firmano un accordo che li vedrà impegnati in un progetto in ambito industriale e domestico

Fonte: Acta

Lenno, Como e Crespina, Pisa. Italia. 15 Marzo 2011. Un’importante partnership è stata siglata in questi giorni fra Claind, storica azienda italiana attiva da più di 30 anni nella progettazione, produzione e commercializzazione di generatori di gas e Acta S.p.A., azienda italiana leader nella ricerca e sviluppo di tecnologie per la produzione di idrogeno.

L’accordo tra le due parti prevede la collaborazione fra Claind ed Acta S.p.A. per la progettazione, assemblaggio e test di un prototipo di generatore di idrogeno da 1 Nm3/h. Questo prodotto innovativo consentirà di produrre a basso costo interessanti volumi di idrogeno puro, asciutto e già compresso. I campi d’applicazione sono plurimi: dal settore industriale ad esempio per trattamenti termici in metallurgia o per il rifornimento di sistemi di sollevamento e logistica interni; a quello domestico per l’accumulo in idrogeno di energia in eccesso da fonti rinnovabili e il suo utilizzo in combustori catalitici per il riscaldamento o in celle a combustibile per la produzione di energia on demand.

elisa_fiamma_acta_energy_

Elisa Fiamma al lavoro nelle celle elettrolitiche nello stabilimento Acta Energy.

La macchina potrà essere integrata, così come le altre in produzione presso Acta, a fonti di energia rinnovabile come l’eolico o il solare fotovoltaico.

A questo progetto Claind contribuisce con la sua trentennale esperienza nell’ingegnerizzazione e produzione di generatori mentre Acta S.p.A. ha ideato e realizzato la cella elettrolitica utilizzando una tecnologia innovativa che consente di produrre idrogeno puro, asciutto e compresso a basso costo.

L’immissione sul mercato di un generatore di questo tipo apre nuove porte allo sviluppo del business delle due aziende, che vedono così ampliati i propri portafogli prodotti e orizzonti di mercato.

“Abbiamo da sempre creduto nelle grandi potenzialità dell’idrogeno in ambito energetico: a testimonianza di ciò, i tanti investimenti portati avanti nel corso di questi anni. Abbiamo tra l’altro da poco ultimato la realizzazione del nuovo Laboratorio di Ricerca CLAIND costruito in una nuova ala dell’azienda, dedicato esclusivamente allo sviluppo di nuovi progetti legati all’idrogeno” afferma Nicola Tunesi, Sales Director di Claind.

Queste le parole di Davide Casetti, General Manager di Acta S.p.A .: “Credo che l’accordo che abbiamo concluso con Claind ci consentirà di presentare al mercato un generatore di idrogeno con caratteristiche uniche sia tecniche sia di costo di produzione. Sono sicuro che la nostra tecnologia innovativa basata sull’elettrolisi dell’acqua sarà ben gestita dai sistemi di controllo e gestione sviluppati da Claind”

 

Claind

Dal 1979, anno della sua fondazione, Claind ha saputo procedere passo dopo passo fino a raggiungere la posizione di leader europeo che oggi occupa e che la vede posizionata tra i maggiori produttori di generatori di gas al mondo, basati su brevetti esclusivi, risultati di anni di ricerca condotta dai tecnici Claind in collaborazione con importanti centri di ricerca e università italiane e straniere.

La sicurezza e l’affidabilità delle proprie macchine fanno di Claind il fornitore selezionato di generatori di gas di tutte le Università del Regno Unito e il partner dei principali Industrial Manufacturers italiani e stranieri.

Acta S.p.A.

Acta S.p.A. nasce nel 2004 come centro di ricerca avanzata e sviluppo di sistemi per la produzione di idrogeno a basso costo e fruibile da tutti. La sua linea di prodotti comprende generatori domestici di idrogeno e una serie di applicazioni in grado di sfruttare il gas per produrre energia, per ottimizzare i consumi di carburante e diminuire le emissioni nei motori o per alimentare qualunque sistema a fuel cell. La Società è fortemente impegnata nel mercato italiano del solare fotovoltaico attraverso ActaSol, società controllata di Acta S.p.A. che si occupa dello sviluppo, progettazione e realizzazione di grandi parchi fotovoltaici; Acta S.p.A. considera la fonte solare e quella eolica come quelle perfettamente integrabili con i sistemi di accumulo di energia mediante idrogeno da essa stessa sviluppati.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: acta claind idrogeno

Lascia una risposta

 
Pinterest